Cerchi un esperto di E-Commerce, eccomi sono Dario Tana

Utilizzare Pinterest per l’e-Commerce

Dario Tana su Pinterest

Qualche giorno fa il mio amico Angelo Ghigi mi ha inviato un messaggio con un bell’articolo che metteva in relazione i dati raccolti da Pinterest su come le immagini contenenti i prezzi dei prodotti potessero o meno migliorare le performance di un E-Commerce.

Chiaro che ancora siamo agli albori e che Pinterest non è ancora così sviluppato in Italia… però l’articolo era davvero interessante e mi ha messo una certa pulce nelle orecchie.

Così a distanza di tempo ho cercato altre notizie e mi sono dato un’idea data fondamentalmente da questa notizia: Rakuten investe 100 milioni di dollari in Pinterest.

Intanto facciamo la conoscenza di Rakuten. Rakuten è segnalato da moltissimi analisti come il più grande E-Commerce Giapponese. Ora non so se sia il primo o il decimo. Fatto sta che è un punto di riferimento ed è presente in 17 altri paesi nel mondo!
Rakuten investe su PinterestBhé, questo colosso ha deciso di fare un investimento serio nel social e, in particolare, ha scelto proprio Pinterest con qualcosa come 100 milioni di dollari! Alla notizia il Ceo di Pinterest ha commentato: “Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a scoprire le cose che amano, collegando le persone attraverso i loro interessi comuni. Portare Rakuten a bordo ci offre una straordinaria opportunità per avvicinarci a questo obiettivo.”

Scendiamo un attimo nel dettaglio e vediamo 2 numeri. Pinterest, dopo questa operazione, si trova ad aver accumulato qualcosa come 47 milioni di dollari e spicci. Inoltre negli ultimi 6 mesi del 2011 Pinterest è cresciuto in traffico del 6.000% maturandosi e diventando di fatto un competitor di Facebook, Twitter, Google+ e gli altri social.

E’ altresì vero che Rakuten è in periodo di shopping e sembra che sia in vena di investimenti. Quindi questo non è stato e non sarà l’unico suo investimento. Ma la scelta di questo social mi ha fatto davvero pensare. 

Pinterest ha diverse caratteristiche che mi permettono di dire che potrebbe essere un social E-Commerce Oriented.

Come primo aspetto mi piace l’idea che l’82%  dell’utenza Americana sia Femminile e si stia imponendo uno stile, una netiquette, mai volgare e molto ricercata. In Italia invece abbiamo un’inversione e oltre il 70% del pubblico è maschile ma sembra si sia adattato allo stile! E questo mi piace molto!
Su Pinterest ci sono, per farla semplice, molte cose belle, ricercate, particolari! E, noi che facciamo E-Commerce, sappiamo che il pubblico femminile e suoi gusti sono sicuramente i più interessanti.

Se abbiamo un E-Commerce dobbiamo anche tenere in considerazione un dato pubblicato da Shareaholic che evidenzia come questo social è una fonte di traffico maggiore di YouTube, Google Plus, Linkedin e altri.

Ho fatto una considerazione che condivido con voi: il traffico prodotto dai motori di ricerca o dai motori di comparazione prezzi derivano, appunto, da una ricerca di un prodotto. Pinterest cambia le regole e non aspetta una ricerca ma mostra quello che potresti acquistare o quello che potresti fare con un oggetto facendo crescere un interesse che potrebbe diventare una voglia di acquistare. Inoltre l’introduzione del prezzo raffina l’idea di acquisto. Anche se a mio parere occorre valutare bene se valga la pena di inserirlo. Inoltre lo sapevate che Pinterest inserisce dei link puliti “follow”? Questo in ottica Seo deve essere tenuto in grande considerazione. Fate delle prove (io le ho fatte) e fatemi sapere!

Per questi motivi direi che tutti i settori potrebbero pensare ad un approccio a Pinterest. Come? Tre semplici idee:

    1. Inseriamo il tasto PIN nelle proprie schede prodotto insieme agli altri tasti di condivisione sociale. Chiaramente dovremo avere ancora di  più una cura sulle immagini che pubblichiamo sui nostri E-Commerce.
    2. Poi sarebbe interessante creare un canale BEN PENSATO. Quindi non una massa di articoli abbandonati a se stessi ma una raffinata ricerca degli articoli più “particolari e interessanti” che abbiamo a catalogo. Ricordiamoci la presenza femminile e la netiquette di cui parlavo prima!
    3. Potremmo utilizzare Pinterest per il lancio di nuovi articoli o creare dei contest che premino i prodotti più apprezzati.

Voi utilizzerete Pinterest prossimamente? Lo utilizzate già? Fateci sapere e condividete le vostre idee.
Io mi metto subito al lavoro sui miei E-Commerce!

Prezzi su Pinterest

Non ci sono post correlati, mi spiace.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>