0Oggetti(s)

Il tuo carrello è vuoto.

Product was successfully added to your shopping cart.

"I negozi non chiudono per colpa dell’e-commerce, online chance di crescita"

Ho appena letto un articolo interessante in cui il segretario generale del Censis dichiara: "I negozi non chiudono per colpa dell’e-commerce, online chance di crescita". In tutti i miei corsi rispondo allo stesso modo a chi si trova in crisi per "colpa" del commercio elettronico.


"I negozi non chiudono per colpa dell’e-commerce, online chance di crescita"

Quando mi trovo davanti una PMI che mi dice quanto sia in crisi per colpa del commercio elettronico, devo dire la verità, un pò mi arrabbio!
L'incidenza del commercio elettronico, in Italia, non arriva a coprire il 6% del totale della spesa che facciamo durante l'anno (dati casaleggio).
In altri paesi è ben superiore.

Questo non significa che le PMI non sentano il peso dell'e-commerce ma non si può imputare tutte le disgrazie ad un sistema che viene ancora visto con un avversario da combattere.

  • Siamo sicuri che i problemi di alcune aziende non derivino da una mancanza di strategia?

  • Dal non aver capito che sono cambiate le persone e l'approccio che occorre avere con le persone?

  • Non è che non ci siamo accorti di mercati emergenti che producono i nostri stessi prodotti a prezzi completamente differenti?

Insomma possono essere tanti i problemi che producono una crisi della propria azienda ma, nominare sempre l'e-commerce, sta diventando una facile scusa per coprire altri problemi.

Proprio ieri ho letto un articolo in cui il segretario generale del Censis dichiarava:

“Non ci sono indicatori che ci possano dire che la tecnologia stia togliendo qualcosa al settore tradizionale, c’è piuttosto un ripensamento strutturale del lavoro e un’offerta di opportunità”

Giorgio De Rita, segretario del Censis, ha invece segnalato quanto ci sia integrazione virtuosa. Nel dettaglio copio quanto ha spiagato: “Fra il commercio tradizionale e quello online c’è una forte integrazione, è difficile però dire qual è la direzione su cui ci muoviamo. Non c’è comunque una caduta del sistema commerciale dovuta all’incremento delle vendite online e nemmeno un impatto su occupazione, reddito e prezzi”.

Inoltre: “Non ci sono indicatori che ci possano dire che la tecnologia stia togliendo qualcosa al settore, c’è piuttosto un ripensamento strutturale del lavoro e un’offerta di opportunità, molti negozi stanno ampliando il proprio mercato attraverso la tecnologia e le piattaforme internet, ma questo sottrae energia anche ai centri commerciali e ai piccoli negozi”.

Ne esce un quadro complesso ma sicuramente non un quadro di scontro fra due sistemi che oggi esistono e che continueranno la loro crescita. D'altra parte esistono esempi (molti) interessanti di integrazione fra l'on-line e l'off-line e di come i due sistemi, integrati, diano slancio ad entrambi senza sottrarre nulla ai due canali.

Altre notizie dalla stessa categoria: Blog

Vuoi dire la tua? Scrivi un commento

I commenti possono essere scritti solo dagli utenti registrati. Puoi, loggarti qui oppure registrarti al sito.