Billboard 3D: La nuova frontiera dell’ADV OOH

Billboard 3D, l’evoluzione delle billboards digitali

Rappresentanti della nuova frontiera dell’advertising OOH, le billboards 3D sono il frutto della combinazione di tecnologie 3D e dei tradizionali pannelli pubblicitari digitali. Le billboards utilizzano infatti la tecnologia digitale per creare immagini tridimensionali, producendo una migliore esperienza visuale. 

L’utilizzo delle billboards digitali con tecnologia 2D è cominciato nel corso dell’ultimo decennio come nuova modalità per rendere più interattive le campagne pubblicitarie dei brand. Utilizzate per aumentare la brand awareness e l’engagement degli utenti, sono da poco state soppiantate dalla nuova frontiera dell’advertising OOH.

La billboards 3D, infatti, non solo sono in grado di aumentare la conoscenza del brand, ma sono soprattutto in grado di attirare l’attenzione di un nuovo pubblico potenziale (reach). Questo è possibile grazie all’utilizzo di tecnologie che riescono a dar vita al soggetto rappresentato che, al tempo stesso, dà vita al brand. 

Rispetto alle billboards tradizionali, le billboards 3D non solo assolvono un compito commerciale, ma sono in grado di narrare una vera e propria storia. Tali esperienze immersive sono in grado di ottenere una maggiore retention nel pubblico rispetto alle billboards 2D.

Billboard 3D, la nascita di nuovo spazialismo.

 

Ci si è chiesti a lungo, in questo periodo di pandemia, che fine avrebbero fatto i billboards digitali e i tradizionali cartelloni pubblicitari. E così, col ritorno alla vita vissuta, è stato necessario cambiare il tradizionale approccio dell’advertising OOH. 

Così come gli spazialisti tentarono di oltrepassare la bidimensionalità della tela, oggi l’uomo è riuscito a raggiungere una quarta dimensione, a metà tra realtà e metaverso, con cui i marketers sono riusciti a “dar vita” alle proprie campagne.

Il raggiungimento della quadrimensionalità dell’universo permette all’uomo di vivere avventure uniche, vere e proprie esperienze vissute in prima persona, entrando direttamente in contatto con quanto riprodotto dallo schermo.

Un’esperienza immersiva in grado di catturare anche il passante più distratto, il quale si lascia trasportare senza paure e angosce, ma con meraviglia e tanto stupore. 

Meccanismo di funzionamento delle billboard 3D.

Le billboards 3d utilizzano la tradizionale tecnologia 3D: vengono riprodotte sullo schermo due immagini catturate da due diverse prospettive, dopodiché le due immagini sono combinate in un singolo fotogramma, ricreando così l’effetto 3D sullo schermo e mostrando l’immagine a 360°.

L’impossibilità di interagire fisicamente con quanto riprodotto sullo schermo rende l’esperienza ancora più immersiva e accattivante, nonché più vicina alla realtà. Le persone sono effettivamente coinvolte nella strategia pubblicitaria del brand, non limitandosi a dover interagire con delle immagini piatte sullo schermo. 

In più, attraverso l’utilizzo delle billboards 3D è possibile favorire una comunicazione più efficace del singolo prodotto: la visualizzazione dello stesso attraverso la tecnologia 3D e la visualizzazione a 360° può permettere di mostrare al pubblico determinati dettagli, che, con una semplice immagine 2D, sarebbero rimasti nascosti.

Billboards 3D, il nuovo futuro del marketing.

Sebbene le billboards digitali con tecnologia 2D abbiano ottenuto ottimi risultati negli ultimi anni, appare chiaro come le billboards 3D siano destinate a rappresentare il futuro del marketing. Sempre più aziende hanno approcciato la nuova frontiera dell’advertising OOH, realizzando campagne pubblicitarie 3D nelle piazze più importanti dei più grandi Paesi in tutto il mondo. 

Tuttavia, la tecnologia delle nuove billboards 3D è ancora a singolo appannaggio dei principali colossi mondiali. Difatti, i costi di realizzazione della campagna pubblicitaria possono raggiungere i $280000, considerando, però fattori come dimensione, zona, qualità dello schermo e durata della campagna, che possono modificare i prezzi della stessa. La realizzazione della medesima campagna all’interno di locali e/ negozi porta i costi a diminuire radicalmente, poiché, difatti, la reach raggiunta dalla campagna è strettamente legata al pubblico del negozio.

In termini di profitti di una singola campagna, secondo uno studio da parte dell’“Out of Home Advertising Association of America”, le aziende possono registrare fino a un +497% di ritorno sull’investimento in termini di profitto netto e un miglioramento pari al +40% di traffico da ogni singola campagna. Oltre a queste stime, una campagna di questo tipo può generare ulteriori profitti nel tempo e, difatti, elimina i costi della carta stampata. 

Alcuni esempi delle migliori campagne realizzate attraverso l’utilizzo di billboards 3D sono stati realizzati da brand di moda come Zara, e il marchio spagnolo Balenciaga in collaborazione col videogioco ormai virale Fortnite; da brand per l’intrattenimento come Netflix e Amazon; o brand come Deliveroo, un brand sviluppatosi soprattutto negli ultimi anni.