Dropshipping: cos’è e come funziona

Il dropshipping è una delle ultime novità dell’e-commerce. 

In pratica è un servizio che consiste nel dare l’opportunità di aprire uno shop on-line senza la necessità di avere un laboratorio di produzione e un magazzino, evitando problemi di stoccaggio, merce invenduta, resi e costi di spedizione.

Un’operazione a rischio (quasi) zero. Il Dropshipper paga la merce solo una volta che l’ha venduta al cliente

Per te che stai pensando di buttarti nel mondo dell’e-commerce, questo articolo vuole dare delle indicazioni su come partire nel modo più efficace, scegliendo le strade migliori per il tipo di business che vuoi iniziare. 

Ma basta girarci intorno: partiamo dicendo che, come per tutte le vendite, il risultato non è scontato (scusa il gioco di parole), ma con le dovute accortezze, il Dropshipping è una scelta interessante e accessibile. 

Che tu sia un indeciso o troppo entusiasta, di seguito ho evidenziato alcuni pro e contro di questo modello di business on-line per aiutarti a prendere la decisione giusta.

dropshipping

Come fare

  • Scegli il prodotto che vuoi vendere online, ricorda che grazie al dropshipping non acquisti stock in anticipo.

La prima cosa da fare è trovare la tua nicchia di mercato.

Per trovarla fai una ricerca attraverso brainstorming, questionari e tutto quello che ti può essere utile per raccogliere informazioni da usare, uniscile al tuo interesse e alle tue competenze in un determinato settore.

Scelta la tua idea di business, fai una ricerca sulla concorrenza e cerca di capire quanto è saturo quel mercato.

Infine scegli il prodotto e sappi che la scelta è davvero vastissima: mobili, accessori da giardino, articoli sportivi, bricolage, giocattoli, prodotti per animali domestici e altro ancora.

Fatto questo primo step, la scelta dei fornitori è il passo successivo. 

  • Promuovi il prodotto seguendo le strategie di marketing più adatte al tuo mercato di riferimento. 

Inutile dire che “fare pubblicità” è un argomento parecchio complesso, soprattutto con l’avvento dell’e-commerce e dei social network. Se fino a qualche anno fa comprare spazi pubblicitari e partecipare alle fiere per distribuire il proprio materiale promozionale, era un modo sicuro per raggiungere i propri clienti, oggi le strategie di marketing sono orientate prevalentemente al mondo online, diventando da un lato più complicate, dall’altro molto più specifiche e su misura per le tue esigenze.

Per questo motivo è fondamentale capire quella più sostenibile per il tuo progetto, sia in termini economici sia in termini di impegno e costanza. 

  • Ricevi gli ordini, portando a casa un guadagno netto immediato.

Quanto si guadagna 

Il dropshipping è una commissione che il cliente paga per il semplice fatto di trovare in rete l’oggetto che vuole. Il prodotto che si trova su un e-commerce è uguale a quello di altri siti, magari più economici.

Per questo sarà necessario puntare sulla scelta del prodotto da vendere. L’esperienza di acquisto e un buon Servizio Clienti fanno il resto della differenza.

  • Chi decide il prezzo finale

Tra le grandi opportunità di questo servizio, c’è senza dubbio la possibilità di scegliere a quale prezzo vendere la merce. Per questo motivo sarà fondamentale la scelta della categoria merceologica e del prodotto stesso. I migliori prodotti sono quelli molto richiesti e con una concorrenza bassa.

Reso no problem

La gestione dei resi è interamente gestita dal fornitore. Questo darà la possibilità al Dropshipper di non perdere tempo, per concentrarsi su aspetti come il marketing e la gestione clienti.

Vendere all’estero

Con questo sistema l’attività può crescere, ampliando la clientela non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Molti servizi di dropshipping offrono stoccaggio ed evasione degli ordini a livello globale.

La concorrenza

A meno di vendere un prodotto che ha grande richiesta e scarsa reperibilità, la concorrenza è un problema sempre più frequente, soprattutto nella vendita on-line.

A questo inconveniente si può rimediare cercando e scegliendo i prodotti da vendere tra categorie particolari, facendo una ricerca accurata sulle tendenze di mercato, per evitare di ri-vendere prodotti inflazionati, che si possono trovare ovunque.

La spedizione…

Sulla carta (anzi, sullo schermo) sembra sempre tutto semplice, ma sappiamo bene che i veri problemi iniziano con la messa in pratica di un processo che implica risorse, logistica e distanze da percorrere. Si può incappare in corrieri poco affidabili, soprattutto quando la gestione è demandata al fornitore e non si ha controllo diretto.

… e i fornitori

Stessa cosa vale per i fornitori, che a volte si rivelano poco seri e puntuali. In rete trovi diversi elenchi di fornitori che lavorano in Dropshipping. Anche in questo caso vale l’esperienza, perciò a volte serve sperimentare diverse aziende, fino a trovare la soluzione che soddisfa i requisiti che vogliamo. 

Alla luce di tutte queste considerazioni, le opportunità del Dropshipping sono molteplici, soprattutto per chi non dispone di un capitale iniziale, di una produzione interna e di una logistica adeguata. Il Dropshipping dà la possibilità di approcciarsi al mondo dell’e-commerce senza troppi investimenti e spese di gestione.

D’altro canto, non ha lo stesso appeal per chi invece ha già avviato un servizio di e-commerce e ha già una produzione originale e brandizzata. Il Dropshipping è un entry level del commercio on-line e non raggiunge i guadagni di chi fa e-commerce a livelli più avanzati.

Fatte queste considerazioni, il Dropshipping è sicuramente un ulteriore modo di approcciarsi all’e-commerce, mercato che, ad oggi, non ha nessuna intenzione di fermare il suo trend di crescita.

Consulenza alle PMI

Sei interessato a seguire uno dei miei corsi di E-commerce?
Hai un progetto di e-commerce in partenza e hai bisogno di consulenza?
Hai già un sito e vorresti scoprire come sta andando?
Contattami! Specificando a cosa sei interessato