E-commerce in Italia – Un Potenziale da 110 Miliardi di Euro per il PIL

Negli ultimi anni, l’e-commerce ha dimostrato di essere un motore di crescita significativo per l’economia italiana, con un potenziale straordinario per il futuro. Un recente studio condotto da The European House-Ambrosetti, in collaborazione con Amazon, ha rivelato prospettive entusiasmanti per il paese.
Lo studio rappresenta un unicum a livello nazionale in quanto indaga, con una vista integrata, le caratteristiche e gli effetti sociali, economici e industriali dell’ecommerce

Indice

Crescita del PIL e Potenziale Economico

Secondo questo studio, l’e-commerce ha il potenziale per diventare un vero e proprio “effetto volano” per il sistema-Paese italiano. L’adozione diffusa del commercio elettronico da parte di tutte le imprese che possono integrarlo nel loro modello di business potrebbe generare un aumento del PIL del 6%, pari a 110 miliardi di euro. Questo dimostra il notevole impatto che il digitale può avere sull’economia italiana e sulla sua competitività globale.

Benefici per le Piccole e Medie Imprese (PMI)

Un risultato interessante dello studio è che sono le piccole e medie imprese italiane a trarre i maggiori benefici dall’e-commerce. Le PMI che vendono online hanno registrato un aumento del fatturato del 8,8%, un aumento dell’export del 8,1% e un impressionante aumento della marginalità del 64%. Questi dati sottolineano il ruolo critico che l’e-commerce può svolgere nel sostenere il tessuto economico delle PMI italiane, contribuendo a far crescere i loro profitti e a migliorare la loro competitività.

Effetti Pro-Competitivi

L’e-commerce non è solo un canale di vendita, ma ha anche effetti pro-competitivi significativi. Sette imprese su dieci hanno evidenziato che i canali di vendita online e offline sono complementari, con le PMI che mostrano un vantaggio ancora maggiore rispetto ad altre imprese (+10,3 punti percentuali). Questa complementarietà ha portato a benefici in termini di conoscibilità del brand  e miglioramento del servizio post-vendita.
Chi vende online riconosce, inoltre, benefici anche sul canale fisico, riscontrando in particolare un aumento della brand awareness (7 su 10), un’innovazione dell’offerta basata su esperienza multicanale e un miglioramento del servizio di post-vendita (6 su 10), nonché un ampliamento della base di clientela nazionale ed estera (6 su 10)”

Impatto sull'Inflazione e sulla Crescita Economica

L’e-commerce è anche emerso come un fattore di contrasto all’inflazione, contribuendo a sostenere il potere d’acquisto delle famiglie italiane. Inoltre, ha stimolato la crescita economica del paese, favorendo un ambiente competitivo tra le imprese.

Il Ruolo di Amazon

Amazon è stato un partner chiave in questo studio e ha svolto un ruolo attivo nell’innovazione e nel supporto alle PMI italiane. L’azienda ha investito significativamente in logistica, servizi, strumenti e formazione per i suoi partner di vendita indipendenti, contribuendo così a stimolare l’export italiano e la crescita delle imprese.

Conclusioni

Lo studio condotto da The European House-Ambrosetti mette in evidenza l’importanza cruciale dell’e-commerce per l’economia italiana e il suo potenziale di crescita. L’adozione diffusa del commercio elettronico può portare a un aumento significativo del PIL, migliorare la competitività delle imprese e contribuire a contrastare l’inflazione. Con il sostegno di aziende come Amazon, l’Italia può guardare al futuro con fiducia nell’uso strategico del canale digitale per il suo sviluppo economico e industriale.

Consulenza alle PMI

Sei interessato a seguire uno dei miei corsi di E-commerce?
Hai un progetto di e-commerce in partenza e hai bisogno di consulenza?
Hai già un sito e vorresti scoprire come sta andando?
Contattami! Specificando a cosa sei interessato






    Quanto fa 7 + 7