Ecommerce nel 2022: acquisti online in vetta, come migliorare?

Alle soglie del 2023 siamo arrivati al momento di fare un resoconto di questo anno appena concluso e trarne le somme per capire cosa migliorare nel nuovo anno.

Nel 2022, le vendite online in Italia hanno registrato un aumento significativo, come stimato dall’Osservatorio eCommerce B2C Netcomm del Politecnico di Milano,  raggiungendo un valore di oltre 50 miliardi di euro.

Indice

La forza dell' ecommerce nel 2022

Dalle statistiche ottenute, risulta che i consumatori italiani preferiscono utilizzare gli ecommerce per l’acquisto prodotti fisici, in particolar modo generi alimentari e Grocery (es: pulizia/igiene della casa e della persona e altri prodotti legati alla grande distribuzione). In questa tipologia di acquisti infatti si è evidenziata una crescita del 10% equivalente a 34 miliardi di euro, non male vero?

L’Italia si classifica tra le città europee con il maggior traffico online registrato, dopo la Germania che detiene il primo posto per numero di consumatori digitali. Oltre a questi due paesi anche la Francia e l’Inghilterra e Spagna hanno raggiunto una percentuale di utenti considerevole per quanto riguarda l’acquisto online: comprare online sta diventando una necessità sempre più sentita dagli utenti di tutta Europa e di tutto il mondo.

Questo trend è stato spinto dalla pandemia, come sottolinea anche il resoconto del 2021, che ha obbligato molte persone a cercare prodotti e servizi online, evitando gli spostamenti fisici, che in molti casi non erano neanche permessi. Con la graduale diminuzione delle restrizioni alla mobilità, l’acquisto di servizi online riprese a crescere. Ad aumentare le vendite digitali hanno contribuito soprattutto servizi legati a Turismo e Viaggi (+33%) ed Eventi (+35%).

Durante questo periodo infatti gli acquisti online sono aumentati tantissimo: nei primi mesi del 2022 si registrò una crescita del comparto e commerce pari al 14% in più rispetto agli anni passati, con un fatturato di fine anno che arriverà ai 45 miliardi di euro. L’inizio del 2022 si è aperto con una prospettiva che fa ben promettere per quanto riguarda le vendite online, ma non solo la pandemia ha fatto crescere le vendite, anche i vantaggi offerti dall’e commerce sono diventati sempre più evidenti.

I vantaggi offerti dall’ ecommerce

 

La comodità, ad esempio: acquistare online è molto più semplice e veloce rispetto ad andare in un negozio, non devi perdere tempo in traffico o in coda, puoi acquistare da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. L’ampia scelta che i negozi online offrono, sempre più vasta rispetto a quella dei negozi fisici: gli utenti possono confrontare facilmente i prezzi e le caratteristiche dei prodotti prima di effettuare un acquisto.

E’ riconosciuto che i prezzi nel mercato online sono più vantaggiosi rispetto ai negozi fisici, grazie alla concorrenza e alle offerte speciali studiate ad hoc per gli utenti. Acquistando online, i tuoi pagamenti saranno sicuri dato che le transazioni online sono protette da sistemi avanzati che garantiscono privacy dei tuoi dati personali e finanziari, e oltre a questo non devi più preoccuparti di portare a casa i tuoi acquisti, che ti arriveranno automaticamente a casa.

Cosa fare per migliorare un sito e commerce nel 2023?

Proveremo a darvi una guida di ciò che noi riteniamo sia giusto seguire se siete un’azienda con un sito e commerce e avete in mente di migliorare i vostri guadagni nel nuovo anno. 

Quanti di noi hanno scelto di comprare da Amazon Prime piuttosto che dal sito proprietario del prodotto perché i tempi di consegna di quest’ultimo erano troppo lunghi? Non tralasciamo la durata della consegna del prodotto o servizio al cliente: ormai tutti vogliono avere tutto subito, e i clienti vogliono sentirsi desiderati dopo aver acquistato, per questo la strategia di ottimizzare i tempi di consegna, creare sconti personalizzati, packaging ad hoc al cliente può rivelarsi un gran investimento.

Analizzando varie situazioni, abbiamo notato una riduzione di clienti occasionali a favore di una maggiore propensione alla fidelizzazione: ciò ci indica che la Customer Journey potrebbe essere una di quelle cose da studiare attentamente nel 2023, in modo da seguire l’utente al meglio nel corso delle varie fasi, creando più punti di contatto possibili tra azienda e compratore.

La crescita del mercato in tutti i campi porta automaticamente ad un aumento della concorrenza. Le proprie buyer personas vanno studiate attentamente e informate tramite la cura del proprio blog e l’e-mail marketing.

Ormai tutto quello che compriamo, lo compriamo tramite il cellulare, che sia da un motore di ricerca, da un app o dai social network. Per questo, nel 2023 sicuramente sarà indispensabile investire su app e siti e commerce che siano mobile-friendly, per permettere un’esperienza di acquisto impeccabile agli occhi del cliente. 

Ultimo ma non meno importante, anzi… l’utilizzo dei Social Network: i social sono una miniera d’oro se utilizzati nel modo corretto. I network attualmente più validi per quanto riguarda la vendita diretta sono il Marketplace di Facebook, Instagram business e Amazon live. Adeguarsi alle tendenze è sempre fondamentale, come aprire un profilo TikTok ad esempio, per coinvolgere anche una clientela più giovane e fidelizzare. 

Investire nell’e commerce, nel 2023, si rivela quanto mai stimolante e conveniente: investire tempo, denaro, capacità e attenzione per curare il proprio e-commerce vi porterà automaticamente ad un guadagno.

Se vuoi una consulenza personalizzata per il tuo sito e commerce o se non hai ancora un sito di vendita online e vuoi averne uno, non esitare a contattarmi! 

Consulenza alle PMI

Sei interessato a seguire uno dei miei corsi di E-commerce?
Hai un progetto di e-commerce in partenza e hai bisogno di consulenza?
Hai già un sito e vorresti scoprire come sta andando?
Contattami! Specificando a cosa sei interessato






    Quanto fa 4 x 7