Il Boom del Commercio Online dell’Usato

L’economia è una materia complessa e in costante evoluzione, influenzata da una vasta gamma di fattori. Fra questi il commercio elettronico è diventato sempre più predominante, spingendo le aziende a rivedere i loro modelli di business e adattarsi all’era digitale. L’e-commerce ha reso il commercio internazionale più accessibile e ha cambiato le abitudini di acquisto dei consumatori. Contemporaneamente l’attenzione crescente sui problemi ambientali ha portato a una maggiore consapevolezza riguardo l’impatto ambientale anche di questa attività: ciò ha spinto molte aziende a considerare pratiche commerciali sostenibili e a investire in tecnologie a basse emissioni di carbonio.

Indice

Il fattore sostenibilità

Anche il versante dei consumatori è stato travolto da simili tumultuosi fattori di cambiamento Il processo di decisione di acquisto di consumatori e consumatrici sta mutando, tenendo il passo dei vari cambiamenti e adattandosi alle logiche di mercato. Ai nostri giorni, la sostenibilità è diventato uno dei fattori più valutati, soprattutto quando si parla di abbigliamento e articoli alimentari Tra le query in trend, la ricerca di articoli sostenibili è sempre più in voga. Acquistare usato aiuta a ridurre la domanda di nuovi prodotti e, di conseguenza, l’impatto ambientale associato alla loro produzione.. Contribuire alla circolazione di prodotti usati è un modo per promuovere la sostenibilità e ridurre gli sprechi.

L'economia circolare

La circular economy, o economia circolare, è un modello ecosostenibile che sta prendendo sempre più piede, e consiste nel prestito, condivisione, riutilizzo, riparazione, riciclo e ricondizionamento dei prodotti e/o dei materiali.
Quindi, quando parliamo di articoli di seconda mano o second-hand, resale, pre-loved, pre-owned, sostenibilità e riutilizzo, il concetto che sta dietro tutto questo è quello dell’economia circolare. Un negozio che applica questi principi, dunque, è un negozio circolare.

Se acquisto usato non vuol dire che non posso permettermi di comprare il nuovo: questo penso sia chiaro a tutti. Ma le rarità, quelle cose uniche e preziose, ormai introvabili, che tutti invidieranno, quei capi di abbigliamento mai fuori moda che ti regaleranno un tocco di personalità, sono opportunità che solo un negozio di usato può mettere alla portata di tutte le tasche.
Infine, ma non meno importante: comprare articoli di seconda mano è come una caccia al tesoro, quindi naturalmente divertente e coinvolgente!

Comprare qualcosa di usato è davvero cosi difficile?

I siti per comprare usato sono tantissimi ma per qualche strano motivo ci affidiamo sempre a quelli più vecchi e noti, quelli che anche i nostri amici usano e di cui abbiamo sentito già parlare.
Nonostante l’avvento della moda low cost e delle catene di arredo e oggetti per la casa il mercato degli articoli dell’usato rimane ben saldo. Ognuno di noi ha almeno un oggetto (o un abito) comprato al mercato, in un negozio di seconda mano o su Vinted.
Secondo Statista, il valore del mercato dell’usato in Italia è di circa 23 miliardi di euro, non esattamente un valore di poco conto. I dati sono relativi al 2020, e la cifra è destinata ad aumentare sempre di più. In base alle previsioni di GlobalData, infatti, il mercato di resale crescerà fino ad arrivare a 64 miliardi nel 2024, con un incremento annuo medio del 39%.
Ad esempio: dai lockdown, le vendite europee generate da accessori e vestiti usati sono aumentate del 27%, a scapito del settore moda.

Nonostante la media italiana di chi ha comprato questi articoli sia più bassa rispetto a quella dei vicini d’oltralpe, è comunque una fetta di mercato che ha del potenziale enorme e che continuerà a crescere.
Già grandi rivenditori come Zalando hanno fiutato l’opportunità e offrono una selezione di abbigliamento usato, oltre all’offerta abituale.

Soprattutto tra Millennial e Gen Z, la percentuale di persone che sceglie di acquistare usato globalmente rappresenta circa la metà della popolazione.

Fra le piattaforme più popolari per la vendite dell’usato troviamo eBay, Subito e Amazon.

Non solo abiti

Oggetti come mobili d’epoca, libri universitari e grandi classici, elettronica ancora in ottimo stato, abbigliamento per bambini che crescono alla velocità della luce, un’auto nuova con pochissimi chilometri, strumenti per il giardinaggio oppure per l’hobbistica che si usano una volta e poi si ripongono, giochi per bambini e articoli per la cura della casa, strumenti musicali, giocattoli e altri oggetti da collezione, videogiochi e molte altre cose si possono acquistare di seconda mano, su siti e app creati apposta per comprare usato, facendo dei veri e propri affari.
Si parla di risparmiare fino all’80% sul prezzo del cartellino
Alcuni beni, come automobili o strumenti musicali, comprati nuovi,possono perdere gran parte del loro valore iniziale subito dopo l’acquisto. Acquistando usato, è possibile bypassare questa perdita di valore iniziale. In più molti prodotti usati vengono ricondizionati da professionisti o da aziende specializzate e sono offerti con garanzia. Ciò significa che puoi ottenere prodotti in condizioni eccellenti a un prezzo inferiore rispetto a quelli nuovi.

Certo, nell’acquisto dell’usato si corrono rischi maggiori che nel rivolgersi al nuovo: sia gli acquirenti che i venditori dovrebbero prestare attenzione a possibili frodi o a oggetti non conformi alla descrizione. E’ perciò fondamentale leggere attentamente le recensioni degli altri utenti e fare acquisti solo da venditori affidabili.

Consulenza alle PMI

Sei interessato a seguire uno dei miei corsi di E-commerce?
Hai un progetto di e-commerce in partenza e hai bisogno di consulenza?
Hai già un sito e vorresti scoprire come sta andando?
Contattami! Specificando a cosa sei interessato






    Quanto fa 6 x 4