Sistemi Low Code: tutti i benefici per le aziende

Le piattaforme Low Code sono ambienti di sviluppo software progettati per semplificare e accelerare il processo di creazione di applicazioni, richiedendo meno codice manuale rispetto ai metodi tradizionali.

La prima piattaforma Low Code è stata sviluppata nel 1988 da un’azienda chiamata Synthesis Corporation. Questa piattaforma, chiamata “The Application Development Environment” (ADE), è stata concepita per semplificare il processo di sviluppo software attraverso un’interfaccia visuale; L’ADE fu il primo passo verso la rivoluzione nel modo in cui le applicazioni venivano create, introducendo il concetto di sviluppo a basso codice che, con il passare degli anni, è diventato uno dei pilastri fondamentale nell’industria dello sviluppo software.

Indice

Un approccio nuovo aperto a tutti

Le piattaforme Low Code sono state create con l’obiettivo principale di semplificare e accelerare il processo di sviluppo software, introducono un approccio visuale e drag-and-drop, inoltre è stata ridotta drasticamente la necessità di scrivere codice da zero.

Questo ovviamente ha consentito anche a coloro che non sono sviluppatori esperti di accedere ad una democratizzazione dello sviluppo, rendendo più accessibile la creazione di applicazioni personalizzate.

Lo scopo ultimo di questa transazione è quello di migliorare l’efficienza aziendale, consentendo alle imprese di rispondere rapidamente alle mutevoli esigenze del mercato e di innovare in modo più rapido ed efficace.

Vantaggi e svantaggi delle Piattaforme Low Code

Come ogni cosa, anche per le piattaforme Low Cod il binomio vantaggi VS svantaggi è imprescindibile; i punti sulla quale prestare maggiore attenzione sono: 

  • Velocità di Sviluppo: Le piattaforme Low Code permettono di creare applicazioni in modo più rapido rispetto ai metodi tradizionali, grazie all’uso di interfacce visive e strumenti drag-and-drop. Ciò riduce notevolmente il tempo richiesto per la scrittura del codice.
  • Accessibilità e Inclusività: Queste piattaforme richiedono meno competenze tecniche, aprendo la porta a un’ampia gamma di professionisti che possono partecipare al processo di sviluppo. Non è necessario essere sviluppatori esperti per contribuire.
  • Agilità e Adattabilità: Le piattaforme Low Code facilitano l’iterazione e la modifica continua delle applicazioni. Le modifiche possono essere apportate rapidamente attraverso l’interfaccia visuale, consentendo alle aziende di adattarsi prontamente ai feedback degli utenti e ai cambiamenti nelle esigenze del mercato.
  • Limitazioni nella Complessità: Progetti estremamente complessi che richiedono un controllo granulare sul codice potrebbero non essere adeguatamente supportati dalle piattaforme low code. Alcune funzionalità avanzate potrebbero risultare difficili da implementare attraverso l’interfaccia visuale.
  • Possibile Dipendenza dal Fornitore: L’adozione di una piattaforma Low Code potrebbe creare una dipendenza dal fornitore specifico. Il codice generato potrebbe essere vincolato a una determinata piattaforma, rendendo difficile la migrazione o la transizione verso altre soluzioni.
  • Possibili Limitazioni di Scalabilità e Integrazione: Alcune piattaforme Low Code potrebbero incontrare difficoltà nell’adattarsi a progetti di grandi dimensioni o nell’integrarsi completamente con sistemi legacy preesistenti. Queste limitazioni possono rappresentare un ostacolo per le aziende che necessitano di scalare o che devono interagire con infrastrutture IT esistenti.

Le principali piattaforme Low Code

Tra le molte alternative presenti sul mercato, ad oggi le principali piattaforme di riferimento sono:

  • Mendix è una piattaforma low-code/no-code che consente di sviluppare applicazioni aziendali di qualsiasi tipo, da quelle semplici a quelle complesse. Mendix offre una vasta gamma di funzionalità e integrazioni, tra cui la gestione dei dati, l’intelligenza artificiale e l’analisi.
  • Microsoft Power Platform è un insieme di strumenti low-code/no-code che consente di sviluppare applicazioni, creare report e automatizzare i processi aziendali. Power Platform include Power Apps, Power Automate, Power BI e Power Virtual Agents.
  • OutSystems è una piattaforma low-code/no-code che consente di sviluppare applicazioni aziendali in modo rapido e semplice. OutSystems offre una vasta gamma di funzionalità e integrazioni, tra cui la gestione dei dati, l’intelligenza artificiale e il machine learning.
  • Salesforce è una piattaforma CRM che offre anche funzionalità low-code/no-code per lo sviluppo di applicazioni personalizzate. Salesforce offre una vasta gamma di funzionalità e integrazioni, tra cui la gestione dei dati, l’intelligenza artificiale e l’analisi.
  • ServiceNow è una piattaforma IT che offre anche funzionalità low-code/no-code per lo sviluppo di applicazioni personalizzate. ServiceNow offre una vasta gamma di funzionalità e integrazioni, tra cui la gestione dei dati, l’intelligenza artificiale e l’analisi.

Non solo grandi nomi ma anche piccole realtà di nicchia

Le piattaforme sopra citate sono, ad oggi, leader nel mercato low-code e offrono una vasta gamma di funzionalità e integrazioni per soddisfare le esigenze delle aziende di tutte le dimensioni.

Oltre a queste piattaforme leader, esistono anche una serie di alternative più di nicchia che si concentrano su specifici settori o su esigenze di sviluppo verticali. Ad esempio, Kintone è una piattaforma low-code/no-code che si concentra sulla gestione dei processi aziendali, mentre Newgen è una piattaforma low-code/no-code che si concentra sulla gestione dei dati.

La scelta della piattaforma low code più adatta dipende da una serie di fattori, tra cui le esigenze aziendali, le competenze tecniche del team di sviluppo e il budget.

Come scegliere la piattaforma migliore per la propria azienda

Per selezionare una piattaforma low code, è essenziale valutare la facilità d’uso e l’interfaccia intuitiva che si possano adattare meglio al proprio spazio lavorativo.

Inoltre, la compatibilità con i sistemi esistenti e l’integrazione con strumenti di terze parti sono cruciali per garantire una transizione senza intoppi, questo perchè la flessibilità e la scalabilità della piattaforma devono soddisfare le esigenze attuali e future dell’azienda.

Infine la sicurezza è prioritaria: la piattaforma deve offrire robusti protocolli di protezione dei dati.

L’impatto di un sistema Low Code nel tessuto economico moderno

Le piattaforme Low Code sono emerse negli anni 2000, ma hanno guadagnato popolarità significativa negli ultimi anni. 

In un mondo in rapida evoluzione, dove le imprese devono rispondere prontamente alle mutevoli esigenze del mercato, questo approccio offre un vantaggio competitivo significativo. Le piattaforme Low Code consentono lo sviluppo rapido di applicazioni personalizzate, accelerando l’iter di creazione e distribuzione; questo si traduce in un notevole risparmio di tempo e risorse. Inoltre, le piattaforme Low Code promuovono l’accessibilità, coinvolgendo una più ampia gamma di professionisti nell’ecosistema dello sviluppo, non solo esperti programmatori. Questa democratizzazione contribuisce a un maggiore dinamismo e a un’innovazione più ampia all’interno delle organizzazioni. Tuttavia, è essenziale considerare attentamente l’adeguatezza di queste piattaforme per progetti particolarmente complessi o per necessità di personalizzazioni estreme, poiché potrebbero presentare alcune limitazioni.

Conclusioni

Le piattaforme Low Code rappresentano una svolta nell’industria dello sviluppo software. Offrono velocità, accessibilità e adattabilità senza precedenti. Tuttavia, è importante considerare le limitazioni, come la complessità dei progetti e la possibile dipendenza dal fornitore. La scelta della piattaforma dipende dalle esigenze aziendali, competenze tecniche e budget. Nel valutare quale possa essere quella migliore per la propria azienda è importante tenere presente la facilità d’uso, l’integrazione con i sistemi esistenti e la sicurezza dei dati.

Consulenza alle PMI

Sei interessato a seguire uno dei miei corsi di E-commerce?
Hai un progetto di e-commerce in partenza e hai bisogno di consulenza?
Hai già un sito e vorresti scoprire come sta andando?
Contattami! Specificando a cosa sei interessato






    Quanto fa 6 + 4